L'atelier di Giuliana Silvestrini

Locandina

Giuliana Silvestrini apre il suo Atelier nel centro storico di Monterotondo, in via Fabio Filzi 40, con una personale che rappresenta un po’ la sintesi del suo percorso artistico e di vita. Le sue opere nascono sempre da un progetto e, non a caso, anche stavolta l’artista ha scelto per questa mostra qualcosa d’intimo, che dovrà essere la sigla della sua casa-studio. Il tema di fondo, infatti, è quello che lei stessa chiama “caos segnico”, ammettendo la funzione catartica che per lei assolve l’arte, via attraverso la quale è solita dare ordine a ciò che ordinato, per sua natura, non è: l’umana angoscia esistenziale. Il magma di pensieri, il rifiuto della morte, il contrasto tra bene e male, tra buono e cattivo, in questa mostra abbandonano la loro tragicità, si trasfigurano dando luogo ad un’immagine di Giuliana Silvestrini che è quella che tutti conoscono: un’artista entusiasta della vita, spontanea, giocosa. Dei tre quadri principali in “Metamorfosi I” colpisce, attraverso il giallo, l’arancio e i segni neri, il vitalismo titanico dell’artista. In Metamorfosi II tale vitalismo si stempera in un grigio di sottofondo, colore che nascendo dalla fusione di tutti i colori, è capace di sublimare il disordine primordiale. In “Metamorfosi III” l’azzurro che sfonda lo spazio fa pensare al desiderio di oltrepassare il limite umano, desiderio che solo l’arte può esaudire dando vita a ciò che l’artista immagina: l’infinito.

Per questa esposizione sono presenti altre opere eseguite con linguaggi differenti (carta incollata su tela), affini per il tema trattato, quale il caos primordiale, o se vogliamo, la disarmonia prestabilita: vi dominano, infatti, entità realizzate con un tessuto grafico ingarbugliato - potremmo dire un gomitolo - che nello spazio rimangono indipendenti o si toccano o, addirittura, si fondono tra di loro.

Come in un vero percorso catartico l’esposizione si conclude con delle xilografie in cui, invece, l’ordine viene evocato – ed invocato – attraverso delle linee orizzontali che ricordano uno spartito musicale, emblema dell’armonia universale che la Silvestrini riesce a riprodurre con la sua arte sottile e raffinata.

 

Gloria Zarletti

tiny

IL VIAGGIO 10-14 OTTORE

IL VIAGGIO

event ilviaggio 2progetto di Alberta Piazza e Giuliana Silvestrini

"Il viaggio" è il tema che dà il titolo alla mostra di Alberta Piazza e Giuliana Silvestrini, vicine e complementari nell'esprimersi su questo tema. Il viaggio, in particolare quello lontano dalle mete turistiche, accomuna infatti queste due artiste che, ognuna per proprio conto, vi hanno trovato un ideale di vita rispondente alla loro esigenza di conoscere e sperimentare.

Visite: